Categorie
Elettronica

Elettronica Per Principianti: Accendere un LED

Ora che sapete come va inserito il led è ora di passare alla breadboard :). Per cominciare ecco lo schema del circuito che andremo a costruire oggi.

Circuito LED
Circuito LED

Il circuito è alimentato da una batteria (nel mio caso utilizzerò un alimentatore da banco) e il led è messo in serie con un resistore. Da notare il simbolo del led molto simile a quello del diodo.

Led e Diodo
Led e Diodo

Come potete vedere nello schema non ho inserito né la tensione di alimentazione né il valore del resistore questo perché tutto dipende dalle caratteristiche dei vostri componenti!. Ecco quindi come calcolarne i valori.

Questo circuito ho deciso di alimentarlo con una tensione di 5.50 V che è più del doppio di VF ovvero 2.2V quindi ovviamente è necessaria una resistenza per poter accendere il Led senza problemi.

Come si calcola il valore del resistore in serie con il led?

Per trovare il valore del resistore è molto semplice basta utilizzare questa semplice formula

Formula calcolo resistenza led
Formula calcolo resistenza led

Dove Vi rappresenta la tensione di alimentazione , VF rappresenta la tensione di lavoro del led (preso dal datasheet) e I rappresenta la corrente “ideale” di lavoro del led (anche questo dato preso dal datasheet). Nel mio caso

  • Vi=5.50V
  • VF= 2.2V
  • I=15mA che vanno convertiti poi in A semplicemente dividendo per 1000 il valore in mA in questo caso 15mA = 0.015A.
Formula calcolo resistenza led
Formula calcolo resistenza led

Applicando la formula illustrata prima otterremo il valore della resistenza, nel mio caso 220 Ohm, BINGO!. Prima di mettere in serie una resistenza è bene ricordare che nella formula non dovete mai mettere IF max perché così rischiate di danneggiare il led nel caso di un aumento della tensione è sempre bene utilizzare al massimo l’80% di IF max.

Una volta finito con i calcoli sulla vostra breadboard dovreste ottenere qualcosa di molto simile a questo

Circuito su breadboard
Circuito su breadboard

Prima di attaccare l’alimentazione ricontrollate sempre di aver collegato in modo corretto tutti i componenti e se tutto è andato bene ecco realizzato il vostro primo circuito!.

9 risposte su “Elettronica Per Principianti: Accendere un LED”

Concordo con chi mi ha preceduto: tre pagine per un circuitino del genere forse possono essere un’esagerazione per chi conosce le cose, ma possono essere illuminanti per chi approda solo ora alla materia.
Ad esempio, io.
Complimenti e grazie per l’impegno.

ciao, scusa una domanda:
il circuito per alimentare uno o piu’ led, deve essere in corrente continua o alternata,
oppure la cosa e’ indifferente ?
grazie.

ciao, un’altra domanda.
prima dici che il resistore serve, poi anche no.
ti faccio un esempio:
ho un alimentatore in corrente continua a 10 volt 8 watt.
poniamo che ho un gruppo di led da usare come lampioni per un plastico
e questi funzionano a 10 volt esatti.
se li collego in parallelo, sfrutto i 10 volt di uscita dell’alimentatore e i watt
sono piu’ che sufficienti per alimentarne a frotte.
allora, posso collegare il tutto senza resistore e non bruciare i led dopo
qualche tempo o serve per forza un resistore per avere la durata massima
dei singoli led ?
grazie.

non ho nessuna conoscenza di elettronica, riesco a fare un impianto elettrico di media complessità abbastanza bene. Ora vorrei imparare ad usare i led per un prossimo presepe. Ho girato tanto, ho visto tanti siti e anche se ho capito come procedere, mi sono rimaste tante incertezze.Grazie ad Andrea ho fatto un notevole passo in avanti, dovro’ ancora capire molto ma andrea mi ha dato chiarezza

Innanzitutto grazie per la chiarezza e la semplicità delle tue spiegazioni, ora e io volessi inserire un mini interruttore a che punto del circuito dovrei collegarlo? Prima della resistenza?, Poi… Altra domanda : utilizzando un led 5 mm alta luminosità quali e quante batterie dovrei mettere? E ultima domanda : se volessi invece alimentare a corrente con l’ usb che componenti / materiali dovrei usare ? E l interruttore resterebbe nella stessa posizione? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *