Recensione Logitech K360

Purtroppo lo spazio in camera mia è sempre pochissimo e quando devo fare qualcosa che richiede spazio sul tavolo, come qualche progetto di elettronica, devo sempre staccare e riattaccare la tastiera per avere abbastanza superficie libera per poter lavorare.

Così avendo un po’ di cash da parte, per evitarmi tutte le volte di staccare e attaccare la tastiera per spostarla, ho deciso di acquistare una tastiera senza fili. La mia scelta è ricaduta sulla  Logitech K360  sia per il prezzo (circa 30€) sia che perchè ho sempre avuto Logitech come tastiera dal mio primo PC e mi sono sempre trovato bene.

Dentro la Scatola

Dentro la scatola della tastiera, oltre ovviamente alla tastiera, è presente il manuale di istruzioni e il ricevitore Unifying che permette di collegare più periferiche Logitech senza fili con un solo ricevitore. Nessun driver CD è presente nella scatola; infatti la tastiera è plug&play e personalmente non ho avuto nessun problema, su Linux Ubuntu è bastato staccare la mia vecchia tastiera e attaccare la K360 al PC  per poter scrivere e utilizzare tutti i tasti funzione.

Inoltre le batterie sono incluse nella confezione (e già inserite nella tastiera) e da qui si capisce subito la differenza con le tastiere super cinesi, infatti le batterie inserite sono delle Duracell e non di qualche marca sconosciuta.

Logitech K360
Logitech K360

La Tastiera

La tastiera k360 è molto bella da vedere ed è fatta con una plastica lucida che non attira facilmente i segni delle dita come ci si aspetta solitamente da una tastiera (anche se qualche segno rimane).

Logitech K360
Logitech K360

Sul fronte della tastiera sono presenti 6 tasti per le funzioni audio, il LED del capslock e accanto a quest’ultimo c’è un comodissimo interruttore per spegnere la tastiera (che in molte tastiere è posto sul retro) quando non viene utilizzata (ad esempio di notte), che permette di allungare la vita delle batterie che secondo la scatola dovrebbero durare circa 3 anni (ma questo lo scopriremo solo provandola xD).Rispetto a una normale tastiera, la Logitech K360 è più piccola ed è lunga solo 38cm che la rende molto comoda per tavoli piccoli.

Logitech K360
Logitech K360
Logitech K360
Logitech K360

I tasti della tastiera sono piatti (come quelli dei notebook) a differenza della maggior parte delle tastiere da desktop che hanno una “conca” al centro del tasto.

Personalmente ho provato sia a giocare su Counter-Strike: Source e League of Legends sia a scrivere (anche questo post l’ho scritto con questa tastiera) e non ho avuto nessun problema anche se sono stato sempre abituato a tastiere con la “conca”. I tasti, durante la digitazione, sono abbastanza silenziosi e rispetto alle mie vecchie tastiere hanno meno corsa ed è molto simile ad un portatile anche se molto più comoda perchè i tasti sono separati uno dall’altro.

Per quanto riguarda la portata del segnale della tastiera direi che è ottimo, casa mia non è un buco ma ho provato la tastiera fuori dal balcone 😀 a una distanza di circa 11 metri con 4 muri tra il PC e la tastiera e non ho avuto problemi a scrivere.

Conclusioni

In conclusione direi che ancora una volta mi ritengo soddisfatto dei miei acquisti 😀 La tastiera è ottima e posso dire che l’unica cosa che gli manca è la retroilluminazione dei tasti, cosa che per me non è essenziale dal momento che quasi sempre scrivo senza guardarla. Sicuramente questa è un’ ottima tastiera e date le dimensioni oltre che per casa e ufficio, è anche ottima per il salotto se avete un media center visto il suo range e il suo stile. Se siete intenzionati a comprarne una state attenti al layout dei tasti e di acquistare la versione italiana QWERTY e non un modello inglese o tedesco.

Published by Andrea

Sono uno studente di ingegneria nel tempo libero mi piace costruire strani marchingegni e fare esperimenti.

Join the Conversation

  1. Avatar
  2. Andrea

3 Comments

  1. Non male, l’ho vista (e pestata di nascosto!) in qualche negozio. In pratica è una tastiera da laptop messa sulla scrivania, con tanto di tasto Fn.
    L’unica cosa che trovo poco pratica è l’assenza del tasto ‘Super/Windows’ destro, che uso molto per le shortcut. Vedo purtroppo che anche in tastiere desktop di dimensioni maggiori spesso non c’è, sostituito magari proprio dal Fn.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *