Skip to main content

BreadBoard Cosa è E Come Funziona

Dopo aver scritto il post su Tsu ho realizzato che era una vita che non scrivevo o registravo un video di elettronica, quindi macinando un po’ le idee nel mio cervello, ho deciso di parlare di un componente essenziale di ogni laboratorio amatoriale e non di elettronica: la breadboard.

Questo perché saper usare e conoscere i limiti della breadboard è essenziale per ogni persona che si avvicina all’elettronica perché è la prima cosa che si utilizza quando si vuole creare un prototipo veloce di qualche circuito. Quando venni a contatto con la prima breadboard nel magico laboratorio delle superiori (quello dove per trovare un oscilloscopio analogico funzionante dovevi fare a botte) anche se sembra stupido, tanti non la sapevano usare, anche perché nessuno ci spiegò come funzionasse. Quindi ecco un piccola guida per tutti coloro che si avvicinano all’elettronica. Premetto che a causa della scarsa velocità di upload ho diviso il video e i post in 2 parti così da evitare 15 ore ininterrotte di upload (ma la fibra sta per arrivare :D).

Cosa è la Breadboard

La breadboard è uno “zoccolino” di plastica dove è possibile creare circuiti senza bisogno di saldare i vari componenti ad una pcb (ed infatti la breadboard viene anche chiamata solderless board).Esistono breadboard di varie forme e dimensioni ma indubbiamente il formato più famoso è la breadboard a 830 punti come quella in foto.

Breadboard 830 Punti

Breadboard 830 Punti

Tutti i punti della breadboard che hanno una distanza di 2.54mm tra loro sono contrassegnati da un numero o da una lettera per facilitarne l’utilizzo sopratutto quando si realizzano circuiti complessi. Nonostante, come già detto, in commercio esistano breadboard di forme e dimensioni molto diverse il loro funzionamento è identico. La solderless board ha 2 (o più
dipende dalle sue dimensioni) linee di punti laterali che corrono per tutta la lunghezza della breadboard e ogni punto di ogni singola linea è collegato tra di loro e solitamente queste linee vengo utilizzate per l’alimentazione. Le linee di punti interne della breadboard invece sono collegati a gruppi di 2 (anche in questo caso dipende dalla grandezza della breadboard), i gruppi sono divisi da una scanalatura e ognuno dei quali ècomposto da 5 punti collegati tra loro.

Breadboard Come Funziona
Breadboard Come Funziona

Sicuramente vi starete chiedendo a cosa serve la scanalatura centrale, ebbene la scanalatura centrale server per facilitare l’estrazione dei circuiti integrati infatti grazie a questo “solco” è possibile estrarli molto più comodamente.

Circuito Integrato su Breadboard

Circuito Integrato su Breadboard

Una volta inserito il “chip” nella scanalatura esistono vari modi per rimuoverlo e in commercio esistono degli appositi estrattori ma se anche voi come me siete dei braccini corti e non volete spendere soldi, vi consiglio il mio metodo: fate passare un cavo all’interno della scanalatura sotto il circuito integrato e tirate da entrambi i lati, in questo modo il circuito integrato “salterà” fuori mantenendo i piedini diritti. Evitate di utilizzare metodi stile “leva”, come infilare il cacciavite sotto il circuito integrato per rimuoverlo, perchè è il modo migliore per rovinarlo.

Una Cosa da Evitare
Una Cosa da Evitare

Collegare i Componenti

Per collegare i componenti tra loro ci sono 3 possibilità. Si possono usare dei cavi appositi preconfezionati semi-rigidi già tagliati di varie dimensioni, che solitamente hanno il costo di qualche euro come quelli in foto molto comodi per collegare i componenti tra di loro sulla breadboard in modo ordinato.

Cavi per Breadboard
Cavi per Breadboard

Un altro metodo che potete utilizzare è quello di usare dei cavi di lunghezza fissa con terminali in plastica che hanno varie configurazioni maschio – maschio,femmina-maschio e maschio-femmina.Questi cavi vanno benissimo per collegare i componenti alla breadboard ma a cusa della loro lunghezza e dal tipo di terminale, è a mio parere molto meglio utilizzarli per collegare proto-board come Arduino o Raspberry-PI alla breadboard.

Jumper Breadboard
Jumper Breadboard

L’ultimo metodo che potete utilizzare per collegare i componenti tra di loro sulla breadboard è quello fai da te, ovvero prendere un cavo di 22AWG spellarlo e creare voi stessi i cavi della lunghezza che volete. Sebbene questo sia il metodo più low cost è anche il metodo che richiede più lavoro e visto il costo irrisorio dei jumper wires preconfezionati, questo ultimo metodo è da utilizzare solo in pochi casi particolari.

Cavo 22AWG
Cavo 22AWG

Breadboard Come Funziona

Arrivati qui è naturale chiedersi cosa c’è sotto la plastica della breadboard e come i componenti restano attaccati a questa.Ebbene tutto il lavoro è fatto da piccoli terminali metallici a molla che “catturano” i vari componenti e li bloccano in posizione e nulla più.

Breadboard Come Funziona

Breadboard Come Funziona

I Limiti Della Breadboard

La breadboard come potete immaginare non è adatta ad ogni tipo di lavoro ma ha dei limiti che è bene conoscere. Alcuni di questi limiti come la tensione massima supportata possono cambiare da breadboard a breadboard, quindi vi consiglio di leggere il datasheet per il valore esatto ma bene o male questi limiti valgono per tutte le solderlessboard in commercio.

  • Non utilizzare la breadboard con circuiti ad alta tensione:  Sicuramente la prima cosa da evitare è creare circuiti ad alta tensione con la breadboard come ad esempio collegare direttamente la presa di corrente di casa con il nostro piccolo rettangolino di plastica.
  • Non utilizzare la breadboard con circuiti ad alta frequenza: Se avete intenzione di creare circuiti ad alta frequenza (oltre i 10 MHz) è meglio evitare la breaboard ed utilizzare altri metodi come una veroboard.
  • Dopo molti utilizzi è probabile che i componenti non facciano più bene contatto: Anche se questo dipende dalla qualità della breadboard dopo molti utilizzi è probabile che il meccanismo che blocca i componenti all ‘interno della breadboard cominci a rovinarsi e non riesca più a creare un collegamento solido tra la breadboard e il componente.
  • Per cicruiti complessi è meglio utilizzare una PCB: Per quanto la breadboard sia comoda, quando si ha a che fare con circuiti molto complessi è bene utilizzare metodi alternativi come una PCB perchè in caso di problemi con il prototipo su breadboard potrebbe essere problematico capire il problema tra la marea di cavi inseriti.

Alcuni Consigli

  • Non spendete 99999€ per una breadboard: Salvo casi particolari è inutile che spendiate una palata di soldi per una breadboard in commercio, ci sono breadboard che vanno da un prezzo di 2-3€ fino ad arrivare a oltre i 50€ per quelle di livello professionale. Ebbene le breadboard che trovate alle fiere da 2 soldi vanno più che bene per i progetti di livello hobbistico.
  • More Breadboard More Power!! : Lavori a più di un progetto contemporaneamente? Hai bisogno di più spazio? L’idea giusta è quella diavere più di una breadboard anche perchè a mio parere una delle cose più fastidiose è quella di dover continuamente smontare un circuito e rimontarne un altro sulla breadboard, quindi avere più di una breadboard può aiutare anche a risparmiare tempo.
  • Ordine: Mantenere un certo ordine sulla breadboard è essenziale se non volete impazzire quando avete a che fare con circuiti più complicati del solito. Quindi mantenete un po’ di distanza tra i vari componenti in modo che non ci sia pericolo che si tocchino tra loro e non utilizzate cavi troppo lunghi e volanti.
  • Controllate cosa Comprate: Nella breadboard non si possono inserire tutti i tipi di componenti ma solo quelli trought hole, detti anche foropassante in italiano, quindi prima di acquistare un componente sopratutto i circuiti integrati controllate sempre il tipo di package che sia trought hole oppure DIP.

SMT Su Breadboard

Come ho già detto nel paragrafo precedente solo i componenti DIP o foropassanti possono essere inseriti nella breadboard ma se per errore acquistate deicomponenti SMT non preoccupatevi, in commercio esistono degli adattatori che permettono di saldare i componenti SMT su una piccola PCB e poi collegarla attraverso dei pin header alla breadboard. Ovviamente il metodo migliore è sempre quello di controllare prima di acquistare i vari componenti ma se non avete altra scelta questaè la soluzione.

Conclusioni

In conclusione queste a mio parere sono le cose da sapere sulla breadboard e nel prossimo post/video mostrerò come fare i vari collegamenti sulla breadboard anche se penso di essere già stato abbastanza chiaro in questo post. Se mi sono dimenticato qualcosa non esitate a scriverlo nei commenti che provvederò ad aggiungerlo e come sempre se questo post vi è piaciuto non dimenticate di condividerlo :D.



Andrea

Andrea

Sono uno studente di ingegneria nel tempo libero mi piace costruire strani marchingegni e fare esperimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *