Skip to main content

Scienza & Natura Expo

Lo scorso week-end, al parco esposizioni di Novegro, si è svolto l’evento Scienza & Natura Expo, una manifestazione di 2 giorni dedicata alla scienza con annesso un mercatino di elettronica. Ovviamente non potevo farmela sfuggire dato che era un po’ che non andavo in una fiera di questo tipo 😀 .

La fiera era suddivisa in 3 sezioni: una più grossa dedicata al mercatino di elettronica, un padiglione dedicato a dimostrazioni di fenomeni fisici,workshop e telescopi mentre il 3 padiglione era un misto tra mercatino elettronico ed esposizione di vecchie radio e vinili.

Padiglione Scienza

Dopo il primo giro di perlustrazione la prima cosa che ha subito colto la mia attenzione e quella della morosa, sono stati sicuramente i telescopi (anche perché ne ho sempre voluto uno) esposti nella prima sezione del padiglione dedicato alla scienza e all’astronomia. Telescopi fantastici di vario tipo e di varie dimensioni ma in particolare uno mastodontico alto più di 2 metri e mezzo: il Newton/Cassegrain, esposto nello stand del gruppo astrofili di Cinisello Balsamo, assieme ad un gigantesco binoscopio.

Nella seconda parte erano presenti diverse “bancarelle” dove era possibile osservare insetti e oggetti al microscopio e assistere all’esecuzione di piccoli esperimenti. Per chi fosse interessato era anche possibile assistere ad un workshop dedicato alla famosa piattaforma di sviluppo Arduino.

Il Meccano AAAAAAAAA

Una delle cose che ho sempre adorato da piccolo era il meccano. In questa fiera era presente un grosso bancone dove erano presenti diverse strutture animate realizzate con le lamiere, che ho sempre amato, come orologi e modellini. Premetto che purtroppo le foto non rendono giustizia ai vari lavori perché non è possibile vedere il loro movimento ma vi assicuro che erano fantastici.

Il Padiglione Radio D’Epoca

Nonostante non sia un grande esperto di radio d’epoca, apprezzo sempre  vedere esposti vecchi oggetti elettronici. In questa fiera non erano presenti molti espositori con oggetti d’epoca ma i pochi che c’erano avevano bellissime radio e altri oggetti sempre inerenti all’argomento audio, tra cui 2 grossi grammofoni.

Il Mercatino

Il mercatino devo dire che è stato abbastanza interessante e per una volta gli espositori di padelle erano quasi tendenti allo zero (alleluja :D).I gadget più venduti erano sicuramente i droni. In molte bancarelle era possibile acquistare droni di vario tipo e dimensioni: da quelli pilotabili da smartphone fino a quelli con videocamera compresa. Oltre a questo spesso era possibile sentire decollare i droni dalle varie bancarelle e vederli volare vicino al soffitto del padiglione. Un altro elemento onnipresente in tutte le fiere di elettronica e ovviamente anche in questa erano i LED, venduti in tutte le salse da strisce a led a tabelloni che rendono sempre colorati questo genere di eventi.

Oltre a questi 2 “elementi” dominanti, come sempre girando per le bancarelle, era possibile trovare PC fissi e portatili usati anche recenti a poco prezzo e attrezzi da lavoro di vario tipo. Inoltre in un paio di stand era possibile vedere e acquistare varie stampanti 3D e diversi accessori per le 2 famosissime piattaforme di sviluppo Arduino e Raspberry-Pi.

Solo 2 cose mi hanno lasciato un po’ perplesso: la prima sicuramente è stata la scarsità di componenti elettronici sfusi anche se i banchetti che li vendevano non erano pochi e la maggior parte vendeva connettori e poco altro,  la seconda cosa che non mi ha proprio impressionato è stata sicuramente la mancanza quasi totale di strumentazione da laboratorio come oscilloscopi, generatori di funzioni ecc (che se c’erano erano ben nascosti perché io non li ho visti xD) tralasciando ovviamente qualche stazione saldante e multimetro di dubbia qualità.

Conclusioni

In conclusione sicuramente mi posso ritenere soddisfatto. Nonostante la fiera non fosse grande era organizzata bene, il mercatino di elettronica tutto sommato era ok e l’esposizione dedicate all’astronomia e alla scienza erano molto interessanti vista anche la possibilità di partecipare agli esperimenti sopratutto per i bambini (che vi consiglio di portare alla prossima edizione). Alla fine della giornata il mio bottino non è stato molto grosso a causa del budget limitato ma sono comunque contento :D.

Il Bottino Finale
Il Bottino Finale

Come ultima cosa non mi resta che dire grazie alla mia morosa/compagna di viaggio /fotografa che alla sua prima fiera di questo genere si è ciucciata diverse ore di camminata tra banchetti di cui ho la certezza che le fregasse ben poco XD.

Galleria Completa

 

 



Andrea

Andrea

Sono uno studente di ingegneria nel tempo libero mi piace costruire strani marchingegni e fare esperimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *