Skip to main content

Come Programmare Su Linux

Se c’è una cosa che tanti neofiti di Linux si chiedono è: come si programma e cosa utilizzare per programmare su Linux ?.

Se venite da Windows e vi è già capitato di cimentarvi con qualche linguaggio di programmazione come C o C# nella stragrande maggioranza dei casi avrete usato sicuramente la suite di Microsoft Visual Studio che ovviamente non è stata resa disponibile su Linux.Come potete immaginare non c’è da disperarsi perché ci sono una valanga di ottime alternative gratuite e open source pronte a salvarvi. Ho creato una piccola lista per aiutarvi ed evitarvi la fatica di cercare su Google e combattere il grave problema del consumo delle tastiere. Molti di questi software sono cross-platform quindi possono essere installati senza problemi anche su Windows e Mac. La lista come potete immaginare non si limita solo a IDE per sviluppare in C , C++ e C#, infatti tutti quelli nell’elenco permettono di sviluppare con tantissimi linguaggi di programmazione .Se utilizzate Ubuntu la maggior parte degli IDE elencati si possono comodamente installare dall’Ubuntu Software Center ma vi consiglio di controllare i vari siti ufficiali per versioni più recenti.

Monodevelop

Ottimo IDE cross-platform molto simile a Visual Studio ed è compatibile con molti linguaggi di programmazione come C , C# e .NET.Ha molte funzione avanzate ed è compatibile con i progetti creati con Visual Studio 2005 e 2008 anche se non tutte le funzioni di Visual Studio potrebbero essere supportate.Come Molti IDE è possibile aggiungere dei plug-in che permettono di estendere le funzionalità.

Linguaggi supportati:

  • C
  • C++
  • C#
  • .NET
  • F#
  • Vala

CodeBlocks

CodeBlocks è un’altro IDE open source che permette di programmare su Linux in modo semplice.Anche in questo caso siamo di fronte ad un software cross-platform che può essere utilizzato su tutti i sistemi operativi Linux, Windows e MAC. Anche qui è presente un visual editor stile Visual Studio e si possono espandere le funzionalità di Codeblocks attraverso degli add-on.

Linguaggi supportati:

  • C
  • C++
  • Fortran

Netbeans

Netbeans è un IDE gratuito e open source abbastanza famoso, supporta molti linguaggi di programmazione ed è disponibile per tutti i sistemi operativi Linux,Windows e Mac.Sono disponibili molti componenti aggiuntivi ed il supporto della community è ottimo.

Linguaggi supportati:

  • Java
  • HTML 5
  • PHP
  • JavaScript
  • CSS
  • C
  • C++

Anjuta

Questo è un IDE che ho scoperto di recente e ho utilizzato solo per prova ed è l’unico software non cross-platform della lista. Anjuta ha molte funzioni utili come il GUI designer e debugger interattivo che permettono di sviluppare progetti in modo molto rapido.Anche questo software offre la possibilità di installare add-on per implementare nuove funzioni.

Linguaggi supportati:

  • C
  • C++
  • Python
  • Vala
  • Java

Eclipse

Uno dei miei IDE preferiti, che ho utilizzato sia su Windows che su Linux, ha molte funzionalità utili e un sacco di plug-in che permettono di estendere le funzionalità di Eclipse in modo molto ampio, ad esempio aggiungendo il supporto a nuovi linguaggi di programmazione come Python.

Linguaggi supportati:

  • Java
  • PHP
  • C
  • C++
  • Python

Aptana

Anche questo è un IDE che uso spesso anche per modificare questo blog e a mio parere è la miglior alternativa gratuita ad Adobe Dreamweaver. Aptana permette di sviluppare progetti web in modo semplice e veloce ed è un ottimo compagno per chi sviluppa siti web.Come potete immaginare anche Aptana è un software cross-platform ed è disponibile anche come plug-in per Eclipse.

 

Linguaggi supportati:

  • PHP
  • Ruby on Rails
  • Java
  • HTML
  • CSS

Conclusioni

In questa carrellata di IDE ci sono più o meno tutti quelli che conosco e che ho utilizzato o scoperto di recente. Nella lista sotto ogni software, ho indicato i linguaggi supportati che sono presenti dopo l’installazione oppure che possono essere aggiunti con add-on in un secondo momento (per maggiori informazioni vi consiglio di consultare i vari siti ufficiali). Se ne conoscete altri non esitate a lasciare il vostro suggerimento nei commenti.Ovviamente mi sembra banale dire che per programmare su Linux non serve un IDE, ma basta un editor di testo come gedit , Emacs ,Vim e la buona vecchia console (vi consiglio di utilizzare questi se state imparando a programmare prima di passare ad un IDE) ma so benissimo che se siete arrivati a questo post nel 90% dei casi stavate cercando un IDE 😀 . Se questo articolo vi è stato utile non dimenticate di condividerlo :).



Andrea

Andrea

Sono uno studente di ingegneria nel tempo libero mi piace costruire strani marchingegni e fare esperimenti.

2 thoughts to “Come Programmare Su Linux”

  1. Nella tua lista mi aspettavo di trovare Gambas che il corrispondente di Visual-Basic in Linux, è un IDE non cross-platform che ho conosciuto nel 2008, quando ho decisamente voluto abbandonare Windows col suo Visual-studio inarrivabile per un privato.
    Ho sviluppato un programmone che mi aiuta a tenere la gestione contabile della mkia famiglia, con mia grande soddisfazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *