Mi ero ripromesso che su questo blog non avrei mai scritto nulla sulla repubblica delle banane ma oggi sto scoppiando di rabbia e dato che non posso andare ad urlare in faccia a chi fa le leggi, ho deciso di esplodere qui.

Negli scorsi giorni con un’ operazione anti-pirateria della Procura di Roma sono stati bloccati alcuni siti giudicati come colpevoli di “contenere” contenuti protetti dal diritto d’autore, tra questi siti spunta il nome di MEGA, il famoso figlio di Megaupload creato da Kim Dotcom e Mail.ru.

Censura Italiana
Censura Italiana

Lista Siti Bloccati:

easybytez.com

firedrive.com

mail.ru

mega.co.nz

putlocker.com

uploadable.ch

uploadinc.com

Questa non è la lista completa ,ma sono i siti che considero assurdo bloccare perché, per quanto vero alcuni dei siti bloccati offrano la possibilità di cercare e vedere film gratis in streming ,quelli elencati sopra sono siti innocui dal momento che i file al loro interno dipendono dagli utenti e difficilmente tutti i contenuti possono essere controllati uno a uno.L’unica cosa che posso dire è GRAZIE STATO ITALIANO PER ESSERE DIVENTATO PEGGIO DELLA CINA siamo arrivati all’assurdo, dove invece che contattare il gestore dell’hosting e fargli rimuovere i file in questione, come farebbe una persona normale si bloccano interi siti utilizzati per la maggior parte da persone normali che li utilizzano per i backup dei loro dati (ad esempio io utilizzo Mega per creare un backup dei miei video di Youtube creati al 100% da me) e per lavoro che grazie a questa epica pagliacciata ora incontrano mille problemi. Evviva!! Leggi fatte da incapaci, che probabilmente utilizzano il PC come sottobicchiere e che non capiscono che se un albero di mele ha una mela marcia, non si taglia l’albero ma si recide la mela. Aspettate vi do una mano io basta cliccare qui . Ma questo forse è un ragionamento troppo intelligente?. E’ una vergogna che persone che non sanno nemmeno trovare una pagina che si trova nel menu abbiano il diritto di bloccare interi portali utilizzati da un fiume di persone.

Non c’è dubbio che il diritto d’autore vada tutelato ,chi crea contenuto originale è giusto che venga remunerato per il suo lavoro ,ma non per questo l’interesse di pochi deve danneggiare molti utenti che hanno sempre utilizzato MEGA o gli altri servizi in modo legale con file creati personalmente da loro stessi.

MEGA ha postato un Tweet per informare tutti gli utenti italiani dell’accaduto e che procederà con una azione legale

Io spero vivamente che Mega e gli altri sevizi di hosting bloccati abbiano la meglio e oltre ad essere sbloccati abbiano anche un risarcimento così da bastonare per bene chi ha bloccato i loro siti (alla fine saranno i cittadini a pagare come sempre…).Ovviamente i siti sono stati bloccati con l’inutile blocco DNS che è possibile aggirare senza problemi cambiando le vostre impostazioni e utilizzando i DNS di Google (che consiglio) oppure OpenDNS.SSe avete i vostri file su Mega o uno degli altri servizi bloccati, in questo modo sarete in grado di riutilizzare il servizio senza problemi. Se invece siete utenti che utilizzano la rete mobile 3G/4G con lo smartphone molto probabilmente questi siti risulteranno bloccati a meno che non possiate cambiare le impostazioni DNS del telefono ma da quello che so serve avere l’accesso root che non tutti hanno :(.

La possibilità di aggirare il blocco però non giustifica la rottura di scatole per gli utenti; chissà se l’associazione consumatori o chi di dovere prenderà provvedimenti verso l’ingiusto blocco e per il danno subito dagli utenti che utilizzano questi servizi in modo legale. Nonostante il blocco si possa aggirare, la cosa comunque mi fa incavolare perché ora con la scusa “e ma il sito di tizio usa materiali protetti dal diritto d’autore” si possono bloccare interi siti in modo legale, e questa censura italiana è una grave minaccia alla libertà di internet. 

Se avete la possibilità fate sentire la vostra voce sui social network e sui vostri blog!

Visto le scatole piene che mi hanno fatto venire, nonostante i miei buoni propositi, questo non sarà l’ultimo articolo sull’argomento.

Published by Andrea

Sono uno studente di ingegneria nel tempo libero mi piace costruire strani marchingegni e fare esperimenti.

Join the Conversation

  1. Avatar
  2. Andrea
  3. Avatar
  4. Avatar

7 Comments

  1. Oh finalmente una persona che la pensa come me.
    Concordo pienamente su tutto.
    Ci vorrebbe anche un articolo che dimostri l’inutilità della PEC (credo basti un editor esadecimale, ma credo basti solo Acrobat) che esiste solo in Italia. Ma credo rischieresti l’oscuramento del tuo blog.
    Vorrei chiederti un consiglio: per iniziare a programmare da autodidatta, cosa mi consigli, visto che per lo stato italiano a 43 anni si è finiti…
    Ti volevo ringraziare ancora per il consiglio sul dissipatore del portatile. In pratica dopo aver aperto il laptop nel dissipatore c’era un muro di polvere…. Continua così, seguo con molto interesse il tuo blog.

    1. Per imparare a programmare da soli la cosa migliore da fare (a mio parere) è iniziare con C e poi fare il salto e passare a C#.Per quanto riguarda il libro non c’è un titolo in particolare che mi sento di consigliarti perchè i libri base bene o male sono tutti uguali.Nella mia libreria ho questo http://www.amazon.it/gp/product/8838786291/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8838786291&linkCode=as2&tag=anm05-21 … ma ti consiglio di cercare su Amazon e vedere un po i commenti degli utenti anche su altri libri.Per il resto il web è pieno zeppo di tutorial e video lezioni gratis anche su Youtube che aiutano molto…Il libro serve solo come “reference” per il resto la cosa migliore da fare è mettersi al PC e iniziare a programmare 😀 !.
      Mentre per il portatile sono felice che funzioni XD

  2. invece che contattare il gestore dell’hosting e fargli rimuovere i file in questione, come farebbe una persona normale

    Eh, magari. 😀 Sono d’accordo che oscurare MEGA può essere un po’ un disagio, ma veramente minimo peraltro. Coloro che lo usano per uso personale possono semplicemente cambiare DNS (cosa che tutti dovrebbero fare a prescindere, per questioni di velocità e di parental control come minimo).

    Il problema semmai è chi linka file sul proprio sito. Purtroppo in Italia è pieno di gentaglia che considera perfettamente normale guardare film in streaming pirata o condividere canzoni, e chi paga? Noi cittadini onesti. È sempre così… è ingiusto ma è così…

    Tornando alla frase che ho quotato sopra, si vede che non hai mai avuto a che fare con uno di questi siti. Anche se segnali loro materiale pirata (già fatto decine di volte) ti rispondono “eh ma tu non sei il detentore del copyright… se non ci scrivono loro lasciamo tutto lì”. Poi meravigliati se vengono bloccati….

    1. Cambiare i DNS è comodo per i privati ….ma ci sono aziende che usano Mega per condividere file con clienti ecc che magari hanno anche speso soldi per l’account premium e ora hanno mille problemi grazie a questa furbata.Per il fatto del segnalare invece ,come dici tu, io non ho mai avuto a che fare personalmente con la rimozione di file da servizi come Mega ma la loro risposta ha una logica….Loro come possono sapere se chi ha caricato il file sospetto aveva o meno i permessi dell’autore? questo lo sa solo il detentore del copyright.

      1. Loro come possono sapere se chi ha caricato il file sospetto aveva o meno i permessi dell’autore? questo lo sa solo il detentore del copyright.

        Si chiama buon senso. Se trovi su un sito di questo tipo un video con titolo (me lo invento ora) “Cattivissimo me 2 [DVDrip] [ITA] [sub]” non hai bisogno di una laurea per capire che è stato caricato illegalmente. È che purtroppo molti di questi siti ci vivono felici sul fatto che gli utenti li usino illegalmente, a loro frega ben poco.

        Prendi Youtube invece… lì se un video viene flaggato sono veloci a controllare e prendono provvedimenti anche in situazioni di palese violazione, senza tante formalità.

        Bisogna cambiare mentalità. Se in Italia le persone fossero più oneste probabilmente i giudici non farebbero queste “bizzarre prodezze” un po’ ridicole, e vivremmo tutti contenti.

        1. Youtube è un discorso diverso…prima di tutto i detentori del copyright sono presenti sul sito.. vedi le varie etichette musicali ecc inoltre Youtube usa un sistema automatico di scansione dei contenuti che analizza ogni video ed è questo che blocca il 90% dei video. Se noti sul tubo trovi un sacco di video con musica e spezzoni di film alcuni addirittura monetizzati senza problemi e questi non vengono rimossi a meno che non ci sia un flag manuale di chi detiene i diritti.Per servizi come Mega è più difficile per loro avere controllo sui file dal momento che i file sono praticamente spostati dal tuo pc al server e basta mentre su Youtube viene “elaborato” e quindi è più facile trovare violazioni anche attraverso un controllo automatico.Inolte Mega e company non contengono solo file video e audio ma anche documenti word,pdf immagini ecc.

  3. In realtà aggirare la censura italiana è MOLTO semplice visto che opera a livello di DNS… Basta usare dei DNS non italiani tipo OpenDNS e il gioco è fatto

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *