Quando si crea un blog con WordPress si sa prima o poi si incontra il problema della velocità ovvero quando il vostro sito comincia a ricevere un discreto numero di visite il tempo di caricamento aumenta in modo esponenziale.

Esistono diversi siti che offrono benchmark della velocità del proprio blog i più famosi sono sicuramente Google PageSpeed Insights e Pingdom, entrambi questi servizi possono darvi un’ idea di quanto sia veloce il vostro blog attraverso un punteggio.

 Google PageSpeed Insights (wordpress lento)
Google PageSpeed Insights

Avere un sito veloce è molto importante, non solo per migliorare l’esperienza degli utenti ma anche per aumentare il proprio page rank, infatti i motori di ricerca penalizzano i siti molto lenti. Se il vostro sito riceve un punteggio molto basso oppure notate che comincia ad essere un sito WordPress lento ecco alcuni modi per renderlo più veloce.

Disinstallare i Plug-in Inutilizzati

Un modo molto semplice di rendere WordPress più veloce è di evitare di installare un’infinità di plug-in ognuno di questi plug-in consuma uno spicchio delle vostre risorse fino a a rendere il sito molto lento.Quindi è bene installare solo i componenti aggiuntivi essenziali senza eccedere.In caso abbiate plug-in installati che non utilizzate più ricordate di disattivarli ed eliminarli, inoltre è possibile analizzare quale dei vostri componenti aggiuntivi utilizza più risorse con P3 (Plugin Performance Profiler).

Utilizzare Plug-in di caching

Sul sito ufficiale di WordPress sono disponibili migliaia di plug-in gratuiti, uno dei più famosi è W3 Total Cache che permette di aumentare in modo significativo le prestazioni del vostro sito in modo semplice.

Ottimizzare le immagini

Molto spesso questo aspetto viene ignorato ma le immagini svolgono un ruolo importante quando si calcola la velocità del proprio blog. Più le immagini sono grandi più un utente ci metterà per scaricarle quindi è bene ricordarsi di ottimizzarle prima di tutto utilizzare il formato png e cercare di salvarle in una qualità inferiore.Ovviamente anche in questo caso esiste un plug-in in grado di ottimizzare le immagini per voi chiamato EWWW Image Optimizer.

Ottimizzare il Database

L’ottimizzazione del database Mysql è importantissima con WordPress e un modo molto semplice per farlo senza rischiare di fare danni è utilizzare WP-Optimize.Questo fantastico plugin permette a tutti (anche utenti poco esperti) di ottimizzare e ridurre le dimensioni del database con pochi semplici click.

Utilizzare CloudFlare

CloudFlare è un servizio gratuito CDN (Content Delivery Network) che permette di rendere il vostro blog velocissimo distribuendo in giro per il mondo i contenuti del vostro sito, riducendo di una buona fetta il carico sul vostro server permettendo un grosso risparmio di risorse.Questo servizio si sposa perfettamente in combinazione con W3 Total Cache. Oltre alla velocità CloudFlare aumenta anche la sicurezza del vostro sito bloccando le visite della maggior parte degli spam bot.

Browser Caching via .htaccess

Sfruttare la cache del browser permette agli utenti di “salvare” le risorse statiche come le immagini,html ecc nel proprio browser per un determinato periodo di tempo in modo che non debbano essere scaricati ogni volta che il sito viene visitato.Per aggiungere questa funzione ci sono 2 modi:

Modificare direttamente il file .htaccess inserendo questo codice in cima a tutto il resto.

Oppure attraverso il plug-in W3 Total Cache.

Limitare i Post e Widget in Hompage

Se avete un blog molto visitato con ad esempio 50 articoli è bene suddividerlo in pagine ed evitare di “mostrare” in home-page tutti i vostri post e ricordatevi se possibile, di mostrare solo il post except e non l’intero post.Inoltre evitate di riempire inutilmente la vostra pagina principale o comunque il sito in generale di widget perché ognuno di questi aumenta il tempo di caricamento delle pagine.

Ottimizzare il proprio Template

Anche i temi di WordPress possono influire sulla velocità del vostro blog infatti molti temi gratuiti non sono ottimizzati al meglio.Quando si sceglie un tema per il proprio sito è bene non utilizzare template appena usciti o non aggiornati di recente oppure acquistare un tema premium.

Conclusioni

Secondo il mio parere queste sono le linee guida che tutti coloro che possiedono un blog WordPress dovrebbero seguire soprattutto chi utilizza servizi di shared hosting.Esistono altri modi per ottimizzare il proprio sito ad esempio mettendo mano al software installato sul server cosa che solo chi possiede un server dedicato o vps può fare.Ovviamente tutti questi consigli sono dipendenti dal vostro host infatti la regola numero uno per avere un sito veloce è un buon host.Potete leggere una piccola guida sulle varie tipologie di hosting per WordPress qui.

Published by Andrea

Sono uno studente di ingegneria nel tempo libero mi piace costruire strani marchingegni e fare esperimenti.

Join the Conversation

  1. Avatar

1 Comment

  1. Se può interessare ho trovato (e provato) un provider italiano che lo offre come servizio mod_pagespeed

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *